Startup studio.
Innovare seria(l)mente

Uno startup studio è un generatore di startup che costruisce nuove imprese in serie.
Startup Bakery è uno startup studio specializzato in soluzioni software in cloud, B2B e a forte trazione di Intelligenza Artificiale.

I vantaggi dello startup studio

Rispetto alla creazione “classica” di una startup, il modello startup studio mira ad ottenere due vantaggi chiave:

    • abbattere il grado di rischio di fallimento delle startup;
    • aumentare la qualità delle startup prodotte.

Tali vantaggi permettono:

  • agli investitori di approcciare il mondo startup con una strategia differente rispetto alla classica diversificazione;
  • alle imprese di diventare partner industriali, coltivando assieme allo startup studio un vivaio di imprese che, oltre ad acquisire a condizioni più favorevoli, sono sin da subito integrabili nei propri processi tecnici e di business;
  • alle persone che vogliono fare impresa, di farlo in un ambiente protetto e di imparare sul campo il mestiere dell’imprenditore.
Startup studio vs acceleratori e incubatori
Startup studio process

La nostra business recipe

Proprio come la creazione di un piatto elaborato, la creazione di una nuova impresa in Startup Bakery richiede la giusta dose di creatività e metodo.

Per farlo nel modo migliore abbiamo ideato la nostra ricetta, un business model che comprende un flusso preciso di attività e una serie di servizi a 360 gradi.

Come funziona uno startup studio

L'approccio all'innovazione come elemento distintivo di Startup Bakery.

Il modello di startup studio è nato per correggere e superare alcune limitazioni tipiche del processo “tradizionale” di creazione di una startup, con lo scopo di migliorare la qualità delle startup create e aumentarne le probabilità di successo.

Lo startup studio si distingue per:

  • Esperienza – Lo startup studio è formato da professionisti con anni di esperienza imprenditoriale e di settore, in grado non solo di evitare gli errori tipici di un “nuovo” founder, ma anche di identificare e impiegare le best practices più appropriate. Nelle primissime fasi della creazione di una startup, il team interno allo studio svolge il ruolo di founder, incardinando la nuova startup sui binari giusti sin dall’inizio.
  • Metodologia – Per perseguire una strategia di imprenditorialità seriale, Startup Bakery applica il metodo lean startup che consente di gestire lo sviluppo incrementale di iniziative multiple. Nel caso di una startup indipendente la capacità di scegliere e seguire un metodo preciso dipende molto dalla competenza e dall’esperienza dei founders.
  • Assenza di bias – Un founder “tradizionale” è tipicamente “innamorato” della propria idea e motivato a spingerla ad ogni costo. Al contrario, lo startup studio persegue esclusivamente idee di successo. Se un’idea di business non ottiene i riscontri necessari, Startup Bakery ha tutto l’interesse a reinventarla, a “pivotare” o addirittura ad abbandonarla e concentrarsi su proposte alternative e vincenti, riallocando il team di lavoro per intero.
  • Processi decisionali – La forza di startup studio risiede nel team di professionisti e investitori che lo sostiene. In Startup Bakery abbiamo adottato la holacracy come filosofia manageriale per sfruttare al meglio le competenze di ogni team member, eliminando i bias individuali e basando ogni decisione su dati oggettivi. Ciò ci permette di evitare la “soggettività” e gli errori tipici di una startup tradizionale.
  • Risorse – Uno startup studio è in grado di fornire ad una nuova startup il proprio capitale finanziario e umano ancor prima della creazione vera e propria, per validarne il modello di business e accelerarne lo sviluppo. Prima di chiudere un ‘round’ di finanziamento, una startup tradizionale ha difficilmente a disposizione lo stesso tipo di risorse e competenze.

Assolutamente no. Incubatori e acceleratori si limitano a selezionare startup già formate e ad accompagnarle tramite l’erogazione di consulenza e spazi di lavoro. Al contrario, lo startup studio crea le startup da zero, fornendo il proprio capitale umano e finanziario.

Fin nella fase di gemmazione, il team di lavoro di uno startup studio è al contempo il team della startup che si sta creando. Tutte le iniziative vengono curate dai medesimi professionisti, abituati da anni a fare imprese “dritte” sin dalla nascita, applicando serialmente strumenti e metodologie consolidate, le quali non devono essere “trasmesse”, poiché native.

Per questo uno startup studio “puro” tipicamente non sopravvive grazie alla consulenza erogata alle startup gemmate, né grazie alle postazioni e/o agli spazi di lavoro ad esse offerti. Lo startup studio prospera se a prosperare sono le iniziative che esso crea da zero.

Grazie ai suoi processi agili e al contempo rigorosi, e forte del mix di capitale umano e finanziario che lo contraddistingue, il modello startup studio costituisce lo strumento ideale per aiutare le imprese a fare open innovation.

Molto spesso infatti le aziende che vogliono innovare si trovano ad affrontare i seguenti ostacoli:

  • necessità di focalizzarsi sugli obiettivi di business, che però lasciano poco margine all’innovazione;
  • mancanza di processi e procedure interne per governare e coordinare l’innovazione;
  • difficoltà a trovare o trattenere l’expertise giusta per fare innovazione;
  • difficoltà nell’integrare soluzioni sviluppate esternamente all’azienda.

 

Tali ostacoli si traducono inevitabilmente in ritardi nell’agenda di innovazione, innalzamento dei costi previsti, perdita di competitività e soprattutto mancata redditività.

Gli attuali programmi di open innovation sono raramente in grado di superare questi ostacoli in quanto si concentrano quasi esclusivamente sull’identificare idee, progetti ed aziende già esistenti, nella speranza che qualcun altro abbia avuto l’idea risolutiva per un determinato business pain.

Il modello startup studio consente invece di ribaltare l’approccio all’innovazione e partire dal business pain per risolverlo sin dal principio secondo le aspettative. 

Startup Bakery concorda con il partner industriale un percorso di gemmazione a milestone, al termine del quale il partner procederà ad integrare la startup creata la quale potrà portare sin da subito valore all’interno della struttura, in quanto predisposta sin dalla nascita per farlo.

Una parte strategica dell’attività di uno startup studio consiste nell’identificare le nicchie di business più profittevoli, all’interno delle quali gemmare le iniziative. Per fare questo, il nostro startup studio si avvale anche di un software di Intelligenza Artificiale, in grado di raccogliere ed incrociare informazioni provenienti da business database strutturati (es. Crunchbase, Dealroom, Pitchbook, ecc.), così come da fonti di informazione non strutturate (news di settore, blog post, social post, forum, ecc.).

Tali informazioni vengono dunque sfruttate dai business analyst per il monitoraggio e lo studio del mercato dell’innovazione . Sfruttando l’intelligenza artificiale, i business analyst sono in grado di presentare analisi più solide e precise, le quali vengono poi utilizzate dal Comitato d’Investimento di Startup Bakery per decidere in merito alla creazione di nuove startup.

A chi ci rivolgiamo

Startup Bakery nasce per aiutare founder, aziende e investitori professionali ad esprimere il proprio potenziale tramite la creazione di startup innovative.

Founders
Co-founders

Offriamo ad aspiranti co-founder l’opportunità di sviluppare da imprenditori un’idea di business validata, con accesso a capitali, investitori e a un team di esperti. 

Aziende e PMI
Aziende

Aiutiamo PMI e aziende medio-grandi a governare l’innovazione, costruendo rapidamente nuove unità di business, puntando su scalabilità e integrabilità.

Investitori professionali
Investitori professionali

Strutturiamo ogni startup come un’opportunità unica di investimento, seguendo un metodo rigoroso di business validation e creando partnership mirate.

Creiamo startup innovative

Startup Bakery, lo startup studio italiano specializzato nella creazione di aziende SaaS B2B con Intelligenza Artificiale.